Senza nome e senza gloria di Luca Cozzi

Il mio libro sul comodino:

cover-senza-nome-e-senza-gloria-1

 

Un thriller d’avventura ad alta tensione che, tra suspense, misteri, tradimenti e intrighi internazionali, coinvolge irresistibilmente il lettore dalla prima all’ultima pagina.
Incaricato dall’FBI di recuperare un importante congegno militare trafugato da un centro ricerche della Nasa, Luke McDowell sa che non può fidarsi di nessuno. L’ennesima missione
senza copertura lo porta in Sudamerica, sulle tracce di una pericolosa organizzazione criminale. Tra intrighi, misteri e tradimenti la missione diventa ben presto qualcosa di molto personale. Il nemico vuole colpire al cuore e Luke capisce che è tornato il momento di infrangere le regole…

Annunci

Leonard Cohen – un mito

leonard-cohen

Uno dei più grandi cantautori se ne è andato lasciandoci una incredibile eredità fatta di musica ed emozioni. In una sua ultima intervista al Corriere disse che voleva vivere per sempre. Infatti vivrà per sempre nei nostri cuori con le sue bellissime e struggenti opere.Solo un mese fa è uscito il suo ultimo disco “You want it darker”, ma nei nostri cuori o almeno nel mio rimarrà “Hallelujah”, che solo a parlarne mi fa accapponare la pelle dall’emozione.

Hallelujah di Leonard Cohen

 

 

Harry Potter e la dislessia

harrypotter8

Nessun genitore ama riconoscere che il proprio figlio è dislessico, ma una buona cura aiuta il bambino a non sentirsi un emarginato e a conviverci migliorando di giorno in giorno.

Che cos’è la dislessia?

È uno disturbo del neurosviluppo che riguarda la capacità di leggere, scrivere e calcolare nel modo corretto. Esso si manifesta durante l’inizio della scolarizzazione.

Vi sono quattro tipi di disturbi:

  • la dislessia: si manifesta con la lettura ed è la difficoltà di decodificare il testo;
  • la disortografia: si manifesta nella scrittura, quindi nella competenza ortografica e in quella fonografica;
  • la disgrafia: si manifesta nella grafia ed è la difficoltà nell’abilità motoria della scrittura;
  • la discalculia: si manifesta con una difficoltà nel comprendere e operare con i numeri.

Errori caratteristici un dislessico:

  • l’inversione di lettere e numeri (ad esempio 24 al posto di 42);
  • la sostituzione di suoni come la m e la n (ad esempio mano al posto di nano);
  • la sostituzione di suoni scritti con la differenza di una sola gambetta: ad esempio muovo e nuovo;
  • non riuscire ad imparare informazioni in sequenza come ad esempio le tabelline;
  • difficoltà nei rapporti spazio temporali: ad esempio in alto, in basso; ieri, oggi e domani;
  • non riuscire ad esprimere verbalmente ciò che si pensa in maniera chiara;
  • difficoltà oculo-motoria: ad esempio allacciarsi le scarpe; tirare con le freccette;
  • non riuscire ad avere un buon livello di concentrazione e attenzione;
  • difficoltà di comprensione di un testo scritto;
  • difficoltà a prendere appunti quando c’è l’insegnante che spiega, o scrive o ascolta.

Ultimamente anche il mondo dell’editoria si è avvicinato al mondo della dislessia (DSA) creando numerosi libri e collane per bambini con questo tipo di problema. Di certo non poteva esimersi anche l’autrice J. K. Rowling con l’ultima tappa della saga di Harry Potter che esce anche in un’edizione speciale: il testo del libro, per ora solo in lingua originale, verrà stampato in blu su uno sfondo di colore beige, la carta spessa e le lettere scritte più grandi, con un carattere uguale dall’inizio alla fine.

È una bellissima iniziativa, purtroppo questo genere di proposte arrivano sempre e solo dall’estero. Speriamo che anche l’Italia si adegui, seguendo le buone iniziative straniere.

 

 

Doping e Michael Jordan

doping

La sera prima di gara 5 della finale, Michael Jordan mangiò una pizza e si beccò una intossicazione alimentare. Volle scendere ugualmente in campo e segnò 40 punti. È questo il doping del campione vero: la voglia di giocare.

                                                                                                                                             (Spike Lee)

Al giorno d’oggi è più facile farsi ‘iniettare’ qualcosa per essere bravi, invece di migliorare il proprio dono che ci è stato regalato.  Bisogna imparare dai grandi dello sport e dire no a chi non crede nelle nostre qualità e nelle nostre possibilità.

Una frase celebre di Madre Teresa di Calcutta

il nuovo giorno

“Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,

i capelli diventano bianchi,

i giorni si trasformano in anni….

Però ciò che è importante non cambia;

la tua forza e la tua convinzione non hanno età

Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.

Dietro ogni successo c`e` un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.

Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.

Non vivere di foto ingiallite… insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.

Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!!!

                                                                                                 Madre Teresa di Calcutta

La vita oggi che valore ha?

Dopo tutto ciò che sta succedendo nel mondo non so più cosa dire e cosa pensare.

Solo il pensiero che non si possa più essere liberi di guardare i fuochi d’artificio e cercare di svagarsi un po’ con quello che la vita ti da, non mi fa più dormire sonni tranquilli.

Ho la fortuna, anche se per tanti anni me ne sono fatta un cruccio, di non avere figli. Questo mi toglie un grosso peso dal cuore, perché non saprei proprio come spiegare loro tutto quello che sta succedendo e come salvarli da questo mondo che va a rotoli. Forse quando c’era la guerra anche i miei nonni avranno pensato la stessa cosa, ma ora posso affermare che è diverso. Siamo in guerra come allora, ma una guerra non normale, una guerra che non sai di esserci. Perché il mondo ha deciso di rimanere inerme davanti a tutto ciò? Perché creano i misfatti, come l’uccisione di Gheddaffi e Saddam Hussein, che hanno dato inizio a questo putiferio, e poi se ne lavano le mani? Perché ormai la vita umana, come quella animale, non hanno più valore. I poteri del mondo ci stanno usando come tante marionette per i loro sordidi scopi senza averci chiesto il permesso.

Mi dispiace tanto, ma non ho soluzioni a tutto questo. Credo che non sia facile trovarne, sol i “potenti” possono trovarne una e ciò succederà solamente quando si metteranno una mano sul cuore pensando realmente agli effetti che certe cause hanno.